Letterature dal Fronte

Associazione culturale

cs 1COMUNICATO STAMPA

per la

CAMPAGNA CROWDFUNGING  a favore di LETTERATURE DAL FRONTE

 

L’Associazione culturale LETTERATURE DAL FRONTE in collaborazione con la piattaforma di crowdfunding SOCIALLENDING, ha lanciato una proposta di Crowdfunding  per la raccolta di fondi dedicati alla realizzazione dei progetti legati al “Premio internazionale città di Cassino LETTERATURE DAL FRONTE: conoscere le crisi dell’umanità per costruire la pace”.

Da oltre quattordici anni, circa 300 studenti dei licei e degli istituti superiori di Cassino sono impegnati  a realizzare Il Premio internazionale città di Cassino LETTERATURE DAL FRONTE- conoscere le crisi dell’umanità per costruire la pace , approfondendo la conoscenza di letterature europee  che trasmettono, attraverso le proprie opere letterarie, le diversi crisi che infestano il mondo, dalle guerre a tutte quelle situazioni che privano la collettività delle libertà fondamentali e dei diritti.

Il progetto previsto per il 2019 mette un particolare accento sul centenario della conclusione della Grande Guerra: insieme alla lettura di romanzi della letteratura italiana contemporanea che si confrontano con le crisi dell’umanità e in particolare con questo evento mondiale , il programma prevede  di riscoprire la memoria dei monumenti ai caduti che sorsero in tutta Italia a conclusione di quella Guerra.

Gli studenti della Rete delle scuole di Cassino per LETTERATURE DAL FRONTE, insieme ai colleghi del Francesco Petrarca di Trieste della Scuola italiana statale di Atene lo faranno attraverso la realizzazione di un audiovisivo  intitolato “Meditazioni letterarie sulla Grande Guerra”.

Si tratta di letture animate, di opere di grandi scrittori e poeti italiani, protagonisti nelle  trincee alpine ,  che gli studenti coinvolti terranno davanti a numerosi monumenti dei comuni del Cassinate, ma anche di fronte ai maggiori monumenti nazionali.

Il progetto di Crowdfunding è  curato e gestito dalla Dottoressa Ida Meglio fondatrice della piattaforma Sociallendingitalia.net.

Un particolare invito a frequentare la piattaforma Sociallending e a collaborare alla raccolta dei fondi, è stato lanciato dal Segretario generale dell’Associazione culturale LETTERATURE DAL FRONTE, Clara Abatecola e da tutte le scuole che partecipano alla

Rete .

Per conoscere il progetto, per sostenerlo e per conoscere le modalità con cui donare basta cliccare sul link che segue: https://www.sociallendingitalia.net/progetti/premio-letterature-dal-fronte/

A tutti: buona partecipazione.

cs 10 5 19 COMUNICATO STAMPA

Cassino 10 maggio 2019

 

Si è conclusa questa mattina presso il liceo Varrone, la prima parte delle manifestazioni  del Premio internazionale città di Cassino LETTERATURE DAL FRONTE : conoscere le crisi dell'umanità per costruire la pace, dedicata quest'anno alla letteratura italiana dal fronte.

Dopo i saluti della scuola ospite, dei licei di Atene e di Trieste, la professoressa Ina Guarrera, dirigente dell'ITIS  Majorana, capofila della Rete delle scuole, ha annunciato la vincitrice  di questa XIV edizione, la scrittrice Helena Janezcek, con il suo libro “Le rondini di Montecassino” , con 828 voti, seguita a ruota dal breve romanzo di Lello Gurrani “La Grande Guerra di Elmo e Sauro” con 825 voti. Gli altri libri in concorso “Cronache infedeli” di Fabio Fusi e “Ipotesi di una sconfitta” di Giorgio  Falco hanno ricevuto rispettivamente 682 e 277 voti.

I due autori saranno ospiti a Cassino il primo weekend di Ottobre.

Il Segretario generale dell'Associazione culturale, LETTERATURE DAL FRONTE, Clara Abatecola ha annunciato la prossima campagna di Crowdfunding che con l'aiuto della prof.ssa Ida Meglio dell'Università di Cassino sarà lanciata nei prossimi giorni con una conferenza stampa. “Questa campagna – ha detto – ha il doppio scopo , quello di far sentire il territorio più vicino al Premio e quello di garantire una maggiore disponibiità economica all'associazione, in modo che si possa pensare anche a favorire  incontri internazionali tra studenti”.

Nel presentare l'iniziativa delle letture animate che ormai da sei anni accompagna la Nomination del vincitore, Clara Abatecola ha voluto sottolineare il valore delle letture di quest'anno, dedicate  al ricordo degli eventi che hanno colpito i territori di Atene, Trieste e Cassino durante la seconda guerra mondiale. Le letture hanno pertanto ricordati i 75 anni dell'affondamento del piroscavo Oria nei pressi di Capo Sounion in Grecia ; in questo senso gli studenti di Atene hanno letto pagine dedicate alle “Carrette del mare”, tratte dal libro di Francesco Di Giorgio “Lodissea degli internati militari italiani della provincia di Frosinone” del Centro studi cassinati.

Gli studenti del liceo Francesco Petrarca di Trieste hanno ricordato i tristi eventi perpetrati nella loro città con le deportazioni nella Risiera di San Saba,  leggendo pagine commoventi da “Se questo è un uomo” di Primo Levi.

Il 75simo anniversario della Battaglia di Montecassino , è stato celebrato con vera partecipazione, passione e bravura dagli studenti dell'IIS Carducci,- Artistico, del liceo scientifico Pellecchia, del liceo di scienze umane, liceo linguistico Varrone, dell'IIS Medaglia d'oro, dell'IIS-San Benedetto-Righi, dell'istituto paritario San Benedetto , dall'ITIS Majorana.

Sono state lette pagine  dal romanzo vincitore Le Rondini di Montecassino, ma anche brani tratti da testi  e poesie di autori locali, di testimoni, brani dal libro di Hassel “Gli sporchi dannati di Cassino”. Tutti bravissimi, tutti commoventi e commossi. Di particolare incisività la lettura di una lettera-testimonianza di una marocchinata che, insieme alla drammatizzazione delle pagine più forti della Ciociara presentata dagli studenti del Majorana, hanno concluso la manifestazione che alle 9.30 era iniziata – tutti in piedi – con l'ascolto del Silenzio suonato da uno studente del Carducci, il cui nonno – ha detto – fu tra i prigionieri di Cefalonia.

cs COMUNICATO STAMPA

Cassino 3 maggio 2019

Liceo M.T.Varrone ore 10

 

“Il Museo della lingua italiana – breve visita guidata” è il titolo della conferenza che il prof. Giuseppe Antonelli, stimato docente dell'Università di Cassino e Lazio meridionale e tra gli italianisti più considerati, ha tenuto questa mattina agli studenti della Rete delle scuole di Cassino per LETTERATURE DAL FRONTE , alla quale hanno assistito in teleconferenza i colleghi del liceo Petrarca di Trieste e della Scuola italiana statale di Atene.
Come ha sottolineato nel suo intervento di presentazione il Segretario generale dell'associazione culturale LETTERATURE DAL FRONTE, Clara Abatecola, questa XIV edizione del Premio internazionale città di Cassino LETTERATURE DAL FRONTE, dedicata alla letteratura dal fronte italiana, non prevede una conferenza di approfondimento sulle tendenze della letteratura italiana contemporanea, come è sempre stata per le altre letterature europee trattate nel corso di questi 14 anni, bensì “abbiamo preferito porre alla vostra attenzione un argomento ricco, seducente e coinvolgente come la lingua italiana, la sua evoluzione storico-culturale, le sue contaminazioni che nel tempo ci hanno dato la lingua che conosciamo”.
La lezione del prof. Antonelli è stata ricca di suggestioni: il Museo della lingua italiana – ha egli detto - “è un sogno che potrebbe non avverarsi mai”. Il percorso che ha dipanato davanti agli studenti ha preso in considerazione l'italiano antico, l'italiano moderno e finalmente l'italiano contemporaneo, quest'ultimo considerato dal dopoguerra ad oggi; dalla prima scrittura in lingua italiana “Sao ke kelle terre....” agli anglismi e orientalismi di oggi.
In ciascuna di queste Sale, gli studenti hanno visitato i diversi linguaggi che hanno fatto viaggiare la nostra lingua anche all'estero, come ad esempio l'italiano in cucina o nello sport; una particolare importanza l'autore l'ha data alla parola “Si”, alla quale il suo Museo dedica una intera Sala.
La lezione si è intrecciata con le risposte alle numerose domande degli studenti, rispondendo alla loro curiosità circa i linguaggi della musica contemporanea oppure relativamente agli anglismi che pullulano nel linguaggio quotidiano di ciascuno di noi, al valore dei dialetti e in particolare al gergo giovanile, oggi.
La conferenza molto seguita ed applaudita dagli studenti era iniziata con i saluti della dirigente del Liceo Varrone , profssa Filomena De Vincenzo che quest'anno ospita nel suo ampio Auditorium gli studenti delle altre scuole della Rete , mentre la prof.ssa Ina Guarrera, dirigente dell'ITIS Majorana, capofila della Rete ha introdotto i lavori e portato i saluti ai colleghi e al dott. Basile, rappresentante del Comune di Cassino, come Commissario.
Gli studenti dell'ITIS hanno organizzato un breve video con immagini relative ai libri e alle tematiche che stanno affrontando con le letture che ha accompagnato tutti gli interventi.
Ill Segretario Generale, Clara Abatecola , ha annunciato che le letture animate previste quest'anno, saranno dedicate al ricordo della seconda guerra mondiale sul territoro di Cassino di cui quest'anno ricorre il 75simo anniverario, con la partecipazione anche degli studenti di Trieste e di Atene.

img cs COMUNICATO STAMPA

5 ottobre 2018

Cassino – liceo Varrone

 

Due giorni di successo hanno coronato la XIII edizione del Premio internazionale città di Cassino LETTERATURE DAL FRONTE- conoscere le crisi dell'umanità per costruire la pace, dedicata alla letteratura russa contemporanea che ha visto vincitore lo scrittore Zachar Prilepin, con il suo libro “Patologie”, edito dalla casa editrice Voland.

Dall'aula dell'Università di Cassino e del Lazio meridionale all'Auditorium del liceo pedagogico e delle scienze socali Varrone, Zachar Prilepin con il suo stile tranciante, sincero e privo di mistificazione ha parlato della guerra, la sua guerra, quella che ha condotto in Cecenia prima e nel Donbass poi. Nella sua Lectio Magistralis ha sottolineato che la storia non esiste senza la letteratura; le esperienze più dure e più drammatiche che riguardano i singoli sono poca cosa rispetto ai drammi derivanti dalle contraddizioni sociali .

La letteratura è lo specchio del dolore attraverso il racconto sempre mediato dalla sensibilità dello scrittore – ha detto agli studenti della Rete delle scuole di Cassino per LETTERATURE DAL FRONTE, che lo ascoltavano rapiti nell'Auditorium del Varrone.

All'incontro nell'ateneo Cassinate, organizzato dalla professoressa Raissa Raskina del Dipartimento di scienze umane, sociali e della salute e da Clara Abatecola di LETTERATURE DAL FRONTE, ha portato i suoi saluti il Rettore Giovanni Betta che si è detto onorato di ricevere un personaggio della cultura internazionale come Zachar Prilepin e felice di mettere a disposizione delle future edizioni del Premio l'Università di Cassino. Clara Abatecola ha avuto modo di sottolineare obiettivi e finalità del Premio internazionale città di Cassino LETTERATURE DAL FRONTE, che riflettono – come dice l'autore russo – i conflitti sociali di ogni parte del mondo.

Al liceo Varrone, Prilepin è stato catturato dai disegni che gli studenti e le studentesse del liceo rtistico avevano preparato per la sezione “letture a colori” del Premio, ha risposto alle numerose domande che gli hanno posto, è rimasto piacevolmente sorpreso davanti al docufilm che alcuni degli studenti della Rete avevano preparato, con la regia del giovane e sapiente Daniele Di Stucco dedicato alla Rivoluzione d'Ottobre, dal titolo “La Rivoluzione nello smartphone- la rivoluzione russa tra cinema e audivisivo”.

Daniela di Sora, nota russista e proprietaria della casa editrice Voland ha raccontato come è stata catturata dal genio di Prilepin e come abbia scommesso su quell'autore sconosciuto, dalla scrittura graffiante e sgorbutica, senza veli oggi tradotto in numerose lingue del mondo.

L'espera Natalia Popova Rogova

IMG 20181214 174914COMUNICATO STAMPA

14 dicembre 2018

 

Il Premio internazionale città di Cassino LETTERATURE DAL FRONTE è giunto alla sua quattordicesima edizione che dedica alla letteratura italiana contemporanea. Lo ha detto questa mattina all'Auditorium del liceo Varrone, il Segretario generale dell'Associazione culturale, LETTERATURE DAL FRONTE, Clara Abatecola, difronte alla platea dei ca 300 studenti della Rete.

Dopo aver ascoltato i saluti di benvenuto della dirigente del liceo socio-pedagogico Filomena De Vincenzo, la prof.ssa Ina Guarrera dirigente della scuola capofila della Rete delle scuole aderenti al progetto di LETTERATURE DAL FRONTE, ha aperto i lavori rivolgendo i saluti al liceo Francesco Petrarca di Trieste e alla Scuola italiana statale di Atene ed ha voluto comunicare che “tutte le scuole superiori di Cassino, fanno oggi parte della Rete”.

Nel suo saluto l'assessore alla cultura della città di Cassino prof.ssa Maria Iannone, anche a nome del sindaco, ha sottolineato l'interesse che l'amministrazione della città nutre nei confronti del Premio che – come ha commentato - “onora la città”.

In un rapido escursus , Clara Abatecola ha sottolineato i momenti più significativi delle crisi sociali vissute dall'Italia in questi cento anni che ci separano dalla conclusione della prima guerra mondiale e dalla vittoria riportata sull'impero austro-ungarico. Dagli anni del fascimo e della seconda guerra mondiale, agli anni della rivoluzione giovanile, il '68 , agli anni del terrorismo, fino alle lotte per la liberazione delle donne (ancora in fieri) e alle crisi di oggi che toccano soprattutto il mondo del lavoro . Momenti questi che hanno trovato una importante espressione nella letteratura contemporanea e che il comitato scientifico di LETTERATURE DAL FRONTE ha condensato nei quattro libri finalisti del Premio che la stessa d.ssa Abatecola ha presentato agli studenti.

A dare corpo ad una iniziativa che ha voluto sottolineare i cento anni dalla conclusione della prima guerra mondiale, è stato il prof. Gaetano De Angelis Curtis che ha catturato l'attenzione degli studenti riconducendo al territorio i grandi momenti nazionali, evidenziando la partecipazione della città di Cassino alla Grande Guerra in diverse forme, non ultima la formazione sul territorio cassinate di un campo di concentramento per prigionieri austro-ungarici.

La proiezione del bellissimo film di Leonardo Tiberi “Fango e Gloria” ha concluso la manifestazione.

 

 

IMG 20180123 WA0005COMUNICATO STAMPA

CASSINO 6 FEBBRAIO 2018

Auditorium del liceo Varrone

 

Si è conclusa questa mattina presso il l’Auditorium del liceo Varrone, la prima parte degli approfondimenti storico-letterari che LETTERATURE DAL FRONTE offre agli studenti della Rete di Cassino che partecipano alla tredicesima edizione dell’omonimo Premio letterario dedicato alla letteratura russa contemporanea.

Anche questa mattina , hanno affiancato gli studenti di Cassino, i loro colleghi del liceo Francesco Petrarca di Trieste e della Scuola italiana statale di Atene, in videoconferenza.

La lezione di questa mattina era dedicata alla rivoluzione d’ottobre, ma – come ha sottolineato Clara Abatecola , Segretario generale dell’Associazione, nella sua introduzione – non ha voluto essere una lezione tradizionale, bensì si è voluto offrire agli studenti una visione della Rivoluzione russa attraverso gli occhi del cinema sovietico.

Ad offrire agli studenti e agli astanti l’analisi del cinema su un tema così importante è stata la professoressa Raissa Ràskina , titolare della cattedra di russo presso l’università di Cassino e Lazio meridionale.

“diffondere i principi della rivoluzione ed educare un popolo analfabeta , era il ruolo che la rivoluzione aveva dato al Cinema” ha detto la Ràskina, presentando agli studenti brani tratti da film come Ottobre, Un uomo con la macchina da presa e Il vecchio e il nuovo.

La lezione svolta dalla professoressa dell’università di Cassino è stata ricca di informazioni e sollecitazioni; ha tenuto ferma l’attenzione degli studenti e delle insegnanti e alla fine è stata coronata da una serie di domande partite dagli studenti delle tre città interessate, alle quali la Ràskina ha risposto con competenza e semplicità anche quando le domande hanno riguardato l’atteggiamento della Russia di oggi nei confronti del centenario della Rivoluzione d’Ottobre.

A fare gli onori di casa è stata la Dirigente del Varrone, professoressa Filomena De Vincenzo, perfetta ospite, mentre ha portato direttamente i suoi saluti e gli auguri di buon lavoro agli studenti, anche il presidente dell’Associazione LETTERATURE DAL FRONTE Federico Sposato.

Il dirigente dell’ITCG Marcello Bianchi, capofila della Rete e la sua équipe di esperti e collaboratori, hanno ancora una volta dato ampia dimostrazione della loro capacità di polo organizzativo.


Comunicati

Comunicato stampa - Cassino 10 maggio 2019
 COMUNICATO STAMPA Cassino 10 maggio 2019   Si è ...
Leggi tutto... Zoom
Comunicato stampa - Cassino 3 maggio 2019
 COMUNICATO STAMPA Cassino 3 maggio 2019 Liceo M.T.Varrone ...
Leggi tutto... Zoom
Comunicato stampa - CASSINO, 29/07/2019
COMUNICATO STAMPA per la CAMPAGNA CROWDFUNGING  a favore di ...
Leggi tutto... Zoom
COMUNICATO STAMPA 14 DICEMBRE 2018
COMUNICATO STAMPA 14 dicembre 2018   Il Premio ...
Leggi tutto... Zoom
Comunicato stampa 5 ottobre 2018
 COMUNICATO STAMPA 5 ottobre 2018 Cassino – liceo ...
Leggi tutto... Zoom
Comunicato stampa CASSINO 6 FEBBRAIO 2018
COMUNICATO STAMPA CASSINO 6 FEBBRAIO 2018 Auditorium del liceo ...
Leggi tutto... Zoom

logo 150 anni italia

2009

2010 manigest

2010 vincitori

2013

top2014